Dott.ssa ORSOLA VIOLA

Studio di Pedagogia Clinica
Rieducazione posturale Mézières Bertelè
Psicosomatica

utenti on line

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

Ginnastica Estetica Psicocorporea - Posturale

PAROLA D’ORDINE: MI “SENTO” BENE!

Le opportunità della “Ginnastica Estetica Psicocorporea posturale”:
segue i criteridi Mézières per un benessere totalizzante.

Utilizzando la GEP (Ginnastica Estetica Psicocorporea posturale) si dà importanza fondamentale ai criteri di Mézières, che consiste nel distendere i dorsali per tonificare i muscoli profondi anteriori e ristabilire il giusto equilibrio dell’energia.

Il perno fondamentale di questa tecnica è la schiena – afferma la dottoressa Viola- lavorando sul corpo e allungando i muscoli, infatti andiamo a sbloccare quelle che Reich chiamava “le corazze”(ovvero lo scudo sia fisico che mentale dietro il quale la personalità si nasconde per proteggere l’individuo) aiutando così la persona ad accogliere e migliorare il suo disagio”.

Ginnastica Estetica Psicocorporea posturale è, quindi, un’educazione comportamentale e fisica, ovvero andiamo a sciogliere i grassi, tonifichiamo, rassodiamo,ridiamo elasticità ai tessuti muscolari, eliminiamo dolori articolari, ossei e psicosomatici ma soprattutto riacquistiamo il benessere psicofisico. Tutto questo si ottiene migliorando la postura, che di conseguenza migliora anche il nostro rapporto con gli altri.

Il corso di GEP prevede tre sedute a settimana, la durata è di 1 ora e 15 minuti ognuna, ed è rivolto a tutti, uomini e donne di qualsiasi età. La lezione si suddivide in 45 minuti di esercizi di ginnastica a corpo libero: si lavora su tutte le fasce muscolari come pettorali, addominali e gambe; tutti esercizi legati all’allungamento della schiena, intervallati da esercizi di stretching, seguendo sempre il criterio Mézières. Infine, gli ultimi 15 minuti dell’incontro sono dedicati alla tecnica di rilassamento (mediazione psicocorporea, con mezzi intermediari come sfere di gommapiuma) che scarica il lavoro fisico decontraendo il corpo e la mente, e comprende anche training autogeno, training induttivo, tecniche immaginative. Il tutto avviene in un luogo confortevole, con la particolarità della mancanza di specchi, perché la ginnastica, come qualsiasi movimento corporeo, non si fa guardandosi ma sentendosi, solo in questo modo, infatti, è possibile affinare l’ascolto, “sintonizzandoci” su noi stessi, imparando così a vivere e prestare attenzione ai segnali del corpo, per capire la differenza tra dire “sto bene” dal “mi sento bene”.

La GEP, come tutte le altretecniche che vengono effettuate nello studio della dottoressa Viola, viene svolta in funzione della vita sul presente, quindi “dell’Esserci” cercando di trovare e mantenere un equilibrio tra corpo e mente.

Infatti, lavorando sulla postura oltre che a ridurre la sofferenza della fibra muscolare, si va anche ad operare sul “come ci poniamo nel mondo”, superando quei blocchi psicologici o quei dolori che sono i risultati della separazione del corpo e della mente.

Percorso